motosega

Informazioni generali sulle motoseghe

Quando mi hanno chiesto di parlare di motosega e di quelli che sono gli utilizzi di una motosega mi sono chiesta quali potessero essere le più interessanti dal punto di vista dell’articolo e mi sono detta che una motosega da potatura, cioè una motosega elettrica che potesse essere utilizzata come motosega per potatura, quindi anche una motosega a batteria a discapito di quelle che sono le motoseghe professionali, per fare dei lavori in giardino, potesse essere una bella idea per scrivere di una cosa che ci interessa da sempre ma che forse non sappiamo neppure trovare così facilmente sul web. Infatti quanti di noi sanno le caratteristiche di una motosega per potatura o quanti di noi hanno già avuto in casa la motosega e quindi sanno svariate cose di una motosega a partire dai prezzi e vi posso assicurare che di prezzi e di motosega nessuno ne sa poi qualcosa in più. Il mondo delle motoseghe elettriche è un mondo di nicchia, fatto da veri appassionati del settore che si mettono lì, sul web o nei forum specializzati, e iniziano a parlare di offerte vantaggiose di motoseghe perché sanno dove trovare le offerte per le motoseghe più complete da comprare. Altri hanno trovato tramite un amico appassionato una motosega in offerta da acquistare anche usata ma anche qui non è che possiamo sapere sempre dove trovare una motosega in offerta che faccia al caso loro. Allora è bene parlare di quella che per noi, che scriviamo questo articolo, sia la migliore motosega e scegliamo, tra i 5 modelli proposti, quella che è la migliore motosega che fa al caso nostro. Possiamo anche farci consigliare sulle marche delle motoseghe ed è anche vero che, essendo un prodotto di nicchia, le marche che si occupano di motoseghe sono decisamente poche. E possiamo andare in quelli che sono i negozi specializzati che si occupano di vendita di motoseghe per cercare lì il modello che fa per noi ma io consiglio sempre di cercare siti di vendita di motoseghe in cui sarà più facile avere qualche sconto maggiore. Anche su quelli che sono i prodotti più costosi come la motosega a benzina, che è più potente e che quindi può costare un po’ di più dei modelli più base, quelli elettrici. Noi siamo qui a scegliere la migliore motosega nel rapporto qualita prezzo e vi posso assicurare che la migliore motosega per qualita prezzo non deve essere affatto una motosega economica ma dobbiamo avere le idee chiare sulla motosega da potatura e su quale scegliere perché saranno le nostre esigenze a rendere più o meno interessante un modello invece di un altro. Quindi perdiamo un po’ di tempo a decidere quale motosega comprare, mettiamo le motoseghe a confronto e pensiamo a quell’amico che ci ha detto: “compro la motosega” non sapendo, assolutamente, in quale situazione si stava cacciando perché non aveva le informazioni giuste per comprare quel modello lì o quell’altro lì in particolare.

Come funzionano le motoseghe?

Quello che mi preme dire, prima di andare a controllare quelli che sono i tipi di motosega che teniamo in commercio e quindi provare a selezionare quello che ci interessa di più dobbiamo capire che qualsiasi tipo di modello abbiamo intenzione di comprare il principio della motosega è sempre lo stesso, qualunque sia l’alimentazione che pensiamo di comprare. Infatti ci sta sempre una parte della motosega che chiamiamo barra, e che può essere sia di acciaio che di metallo, può essere di lunghezza diversa e quindi può essere determinante anche su quella che è la lunghezza che l’apparecchio raggiunge. Se è più lunga questa barra meno fatica ci metteremo ad arrivare dove vogliamo. Dobbiamo anche dire che su questa barra c’è una catena che si fa tutto il perimetro di questa superficie. La catena ha i denti e delle lame che sono parecchio affilate e sono in grado di tagliare rami, tronchi e rametti in base a quella che è la potenza dell’apparecchio. Infatti che sia elettrica o a benzina sempre così funzionerà la nostra motosega. E dobbiamo anche dire che non stiamo di certo parlando di una cosa difficile da capire, anzi. Qualunque tipo di alimentazione abbiamo il principio sarà sempre lo stesso.

Dimensioni medie delle motoseghe (altezza, lunghezza, larghezza)

Più delle dimensioni delle motoseghe che sono più o meno standard e che, ovviamente, tranne che non si voglia tagliare un baobab è sempre sull’ordine di un oggetto che si può tenere tranquillamente tra le mani, dovremmo parlare del peso e di altri fattori che, visto che non stiamo quasi mai parlando di un uso professionale, saranno in grado di dividere quello che è l’utilizzo normale, comodo, da un utilizzo che può fare la differenza in negativo. Quando parliamo di motosega vogliamo parlare di modelli che siano pratici da usare e che siano sempre sicuri. Prima di tutto voglio parlare del peso che dovrebbe essere sempre adeguato a colui o colei che la useranno. Se un bel giovanotto di montagna, robusto e sano, già abituato a fare questi lavori, ha voglia di usare un modello più pesante, e quindi più potente, potrà serenamente farlo. Ma se siamo tra noi, gente normale, anche un po’ in là con l’età, e abbiamo un giardino di casa da tenere in ordine sarà meglio comprare un modello elettrico leggero che non ti taglia una sequoia ma che uno è in grado di tenere in mano con grande sicurezza e tranquillità. Se non avete mai usato una motosega sarà sempre meglio usare un modello che sia meno potente ma che certamente sia in grado di essere più maneggevole e quindi più sicuro. Abbiamo anche una serie di situazioni collaterali che possono rendere più o meno fattibile quello che è l’utilizzo della motosega anche per un principiante. Infatti serve avere un’impugnatura ergonomica e salda per rendere il lavoro più facile così come sarebbe meglio avere sempre dei guanti da lavoro. Poi sarebbe anche bene controllare se la motosega in questione ha una comando di starter facilitato. Così non abbiamo bisogno di chissà quanta forza per avviare la fune che fa partire la motosega e sarà molto più facile avviare questo apparecchio anche dopo un non utilizzo continuato che è un po’ lo spauracchio di tutti quelli che hanno avuto un approccio traumatico con questo tipo di lavori da giardino. Oltretutto anche il fatto che ci sia una valvola di decompressione fa sì che renda più facile avviare il tutto. A volte c’è anche un primer, cioè una pompetta che si trova sotto una campana e che serve a pompare, appunto, un po’ di benzina nel carburatore così che non si faccia troppa fatica nello strappare il filo per far avviare il motore, appunto. Poi vediamo se c’è un sistema che porta a pulire l’aria prima che arrivi al filtro e che quindi porta il filtro a durare più a lungo ed è in grado di risolvere meglio problemi di pulizia del filtro stesso e di sostituzione del pezzo per sporcizia o usura. Vediamo anche se c’è un display che indichi quanta benzina ci sta nel serbatoio o se c’è un muffler, cioè un silenziatore che abbassa il livello di rumore del motore a scoppio. Le emissioni di rumore sono parecchio elevate, quindi se usiamo le cuffie quando lavoriamo è molto meglio.

Caratteristiche di design delle motoseghe

Le motoseghe sono molto simili tra loro, hanno una specie di manubrio che è l’impugnatura ergonomica e che tende anche a coprire le mani da quelle che sono le eventuali schegge di legno prodotte dalla catena dentata. La barra con la catena è tutta simile, cambia l’involucro di plastica tra l’impugnatura e la barra. Infatti ci sono sempre dei colori parecchio accesi che differiscono un marchio da un altro e che sono molto belli da vedere, rendono la motosega molto appariscente, quindi anche parecchio fashion con questi colori modaioli da ultima generazione.

Caratteristiche di sicurezza delle motoseghe

Quando parliamo di motoseghe non dobbiamo di certo lesinare quelli che sono i sistemi di sicurezza, anzi più ce ne sono e più ci fa davvero tanto piacere. Abbiamo una possibilità, i questo articolo, di imparare come funzionino, dove si trovino e come si azionino in caso di bisogno. Quello che è sempre interessante, e mi piace sempre ripeterlo, è che nella maggior parte dei casi noi non sappiamo assolutamente di cosa stiamo parlando quando dobbiamo comprare uno strumento così tecnico. Invece, in questo caso, abbiamo a che fare con un aggeggio di cui poco sappiamo ma abbiamo la possibilità di saperne molto di più grazie ad articoli scritti ad hoc come questo, un piccolo vademecum con cui imparare a lavorare bene e con uno strumento pericoloso ma che può essere, fin da subito, molto meno pericoloso di quello che immaginiamo.

Prima di acquistare una motosega sarei molto felice se si parlasse anche di acquistare un abbigliamento consono alla situazione, cioè pantaloni e giacca e antitaglio, gli scarponi professionali con la punta in acciaio e con la suola, quella buona, antiscivolo, i guanti da lavoro, certamente professionali, il casco quello con la visiera per le schegge e le cuffie per il rumore. Ci sono, però, una serie di sistemi di sicurezza di cui vi voglio parlare. Il primo è proprio quello che ci protegge dal contraccolpo e che frena la catena. Questa è una leva che si trova vicino all’impugnatura anteriore e che si attiva quando accade un contraccolpo forte, quindi fermando subito la catena. Non c’è bisogno del contraccolpo, comunque, può anche essere azionato a mano. La leva ha una forma che protegge anche la mano in caso si rottura improvvisa della catena. Poi abbiamo proprio il fermacatena che è un gancio che trattiene la catena in caso si rompa o che esca dai binari. Questo serve affinché la forza centrifuga non permetta di far volare la catena in aria. Poi abbiamo il fermo del gas, che è molto importante. Questa è una leva che si trova dove sta l’impugnatura posteriore e serve a non far attivare, accidentalmente, quello che è l’acceleratore. In pratica per far partire la motosega si deve premere sia la leva dell’acceleratore che proprio il fermo del gas. Poi dobbiamo dire che ci sta anche il tasto che spegne il motore e che va messo in una posizione che sia facile da raggiungere e che serve a chiudere il motore completamente. Questo tasto spegne il motore ma la catena continuerà a girare per via dell’inerzia. Parliamo poi anche di un sistema che serve all’antivibrazione. Non so se vi è mai capitato di tenere questo attrezzo in mano acceso ma le vibrazioni sono così forti che possono causare danni permanenti sia alla mano che al braccio (sia di circolazione che neurologici che muscolo-scheletrici). Bisogna sempre controllare che questo tipo di apparecchio abbia alcuni sistemi che siano in grado di attutire quelle che sono le vibrazioni partendo dall’impugnatura, che dovrebbe essere in neoprene o in viscolax che sono entrambi due sistemi per smorzare tutte le vibrazioni. Poi controllate sempre che ci siano delle etichette sul modello preso che ci facciano distinguere bene tutti i comandi e che ci sia la marcatura CE, così che il prodotto rispetti gli standard e tutte le certificazioni di sicurezza dell’Unione Europea.

Quali opzioni di modello ci sono per le motoseghe?

Non abbiamo mai idea di cosa stiamo parlando quando abbiamo a che fare di motosega. E’ chiaro che moltissimi di noi non hanno proprio idea di che cosa si stia parlando e che, al di là di quello che pensiamo noi, questo è un attrezzo molto meno pericoloso se viene usato in maniera corretta. Oltretutto è lo strumento più adatto per tagliare rami, tronchi, alberi e potare le piante. Quindi è bene parlare prima della struttura della motosega che è dotata di un motore a combustione interna. Ovviamente vi chiederete il perché anche le motoseghe elettriche o a batteria si chiamino motosega, visto che non c’è questa combustione ma posso solo dirvi che è più facile così, con questa dicitura qu ma che si dovrebbe chiamarle elettroseghe.

Quando però, ti chiederai cosa sia meglio per la tua potatura dobbiamo dire che sarai proprio tu a scegliere tra la motosega a motore e quella elettrica.

Quella che è la prima differenza palese tra le due cose è proprio il tipo di alimentazione. Ovviamente quella elettrica va a batteria o con il cavo, quella a benzina ha bisogno di benzina e anche di olio. Ora che sai quella che è la differenza proprio principale va detto che tu dovresti farti un’idea di quello che più ti serve a te. Non c’è una grandissima differenza di potenza tra le due, questa è già una cosa interessante da dire. Poi dobbiamo dire che con quella elettrica avrai sempre un cavo che ti limiterà i movimenti entro una certa area. Ovviamente questo lo possiamo tutti vedere come uno svantaggio, abbiamo degli utensili, però, che funzionano con il cavo e siamo così abituati ad averci a che fare che con delle prolunghe questo tipo di problema potremmo anche non sentirlo mai. Però non hai un problema di autonomia limitata e non dovrai mai smettere di lavorare per mettere dentro al serbatoio altro carburante, questo sia chiaro. Questo è più o meno quello che penso di una elettrosega e ora vorrei anche parlare di quelli che sono i vantaggi e gli svantaggi di una motosega a benzina. Infatti non abbiamo nessun intralcio nei movimenti, non abbiamo fili, non abbiamo cavi ma bisogna fare il pieno quando la benzina è finita. E poi va detto che il motore ha bisogno di una manutenzione certamente differente, con olio e benzina da comprare, quindi anche molti più soldi da spendere. L’ibrido tra le due cose è la motosega a batteria ma anche qui l’autonomia e la potenza non sono proprio dalla parte di questo acquisto. Ovviamente dovrai essere sempre tu a decidere che cosa comprare, quando comprarlo e cosa ti serve di più a te. Quello che è il modello più diffuso tra gli apparecchi professionali è certamente quello a benzina. Ci sono due diversi serbatoi per questo modello: in uno ci va la benzina nell’altro ci va dell’olio. Ovviamente i serbatoi non vanno mai confusi e c’è anche un disegno sul tappo che ci permette di essere più sicuri di quello che stiamo facendo. La benzina serve per far partire il motore e poi per farlo funzionare. Invece l’olio serve per lubrificare la catena e non farla surriscaldare. Infatti non ci vuole un olio normale ma un olio specifico per questo tipo di lavoro che va fatto e va fatto anche molto bene. I due serbatoi sono collegati da uno stesso timing anche se in utilizzo normale sarà sempre la benzina a finire prima e quindi a spegnere il motore. Cosa molto più intelligente della seconda opzione perché se la catena si surriscalda a contatto gli elementi che sta tagliando può essere molto pericoloso, davvero molto pericoloso. Poi ci sono le elettroseghe e quelle a batterie. Entrambe hanno bisogno di corrente elettrica per funzionare e se nel primo caso c’è sempre bisogno di un collegamento con un cavo della corrente nel caso di quella che è una sega a batteria c’è bisogno di ricaricare, con la corrente elettrica, la motosega prima di utilizzarla. Ovviamente si dovrà caricare tutte le volte che si scarica. In entrambi i casi non c’è bisogno di miscela, né di altre cose un po’ più tecniche quindi sono davvero ottime per coloro che non hanno ancora dimestichezza con l’arnese, non l’hanno mai usato e sono alle prime armi.

Vorrei anche, soffermarmi, al di là delle varie opzioni di modello su quella che è la catena, cioè il meccanismo che permette di tagliare. All’inizio vi ho detto che la catena si mette sulla superficie della barra di acciaio che può essere lunga o meno lunga. La catena deve essere sempre affilata, così che la lama non incastri nel pezzo che stiamo tagliando. Ovviamente va anche cambiata quando si è definitivamente usurata. Ovviamente è anche importante conoscere le misure della barra così che si possa acquistare la catena di ricambio giusta per l’occasione. La barra va scelta anche in base a quello che dobbiamo tagliare. La barra si misura in pollici che sono circa 2 centimetri e mezzo. Si può andare dagli 8 pollici ai 36 quindi quasi a circa un metro di lunghezza. Sarebbe il caso, veramente, che la barra fosse leggermente più grande del diametro del tronco che dobbiamo tagliare, quindi facciamo tutti i nostri calcoli in base a quello che dobbiamo fare. Le motoseghe, tutte, hanno un sistema di lubrificazione come abbiamo visto prima che serve a non far surriscaldare la catena. L’olio che ci va arriva fino a 450 ml. Alcuni modelli regolano il flusso dell’olio in base al tipo di utilizzo che si sta facendo della catena. Oltretutto dobbiamo anche stare attenti a quella che è la tensione della catena che deve restare aderente alla barra ma al tempo stesso elastica. Questa cosa si può fare con un cacciavite che porta a girare una manopola che è lì apposta per fare quello che deve essere fatto per portare la catena ad essere tesa giusta.

In quali situazioni le motoseghe sono le più utili?

Non possiamo non pensare, prima di acquistare una motosega, a quello che ci serve fare e quindi a che tipo di modello acquistare. Se abbiamo un piccolo giardino, con qualche alberello manco tanto grande e qualche pianta da potare possiamo anche optare per una motosega piccola, elettrica o a batteria, che ci faccia lavorare su quel poco che ci serve in totale sicurezza. Ma se abbiamo già appezzamenti di terreno più ampi, con dei tronchi belli spessi su cui lavorare, allora sarà bene pensare di acquistare un modello a motore

Come scegliere una motosega?

Quando compriamo una motosega dobbiamo pensare a tutto, anche al tipo di materiale con cui abbiamo a che fare. Materiali che non siano scadenti fanno sì che una motosega sia più o meno sicura. Infatti una motosega deve essere sicura, deve essere di marca buona, deve essere di buona fattura. Perché noi dobbiamo essere sicuri di quello che stiamo andando a fare. Ovviamente ci sono anche una serie di altri accessori che sarebbe bene che fossero inclusi nel momento in cui andiamo a fare questo acquisto. Quelli che sono più comuni sono i coprilama o il copribarra che è un fodero di plastica dove mettiamo la lama durante il trasporto. Se non lo trovate già nella scatola sarebbe bene comprarlo perché è una delle cose che serve di più in assoluto per la nostra incolumità e quella degli altri. Poi c’è bisogno di un kit di attrezzi per regolare la catena ed è sempre bene avere un piccolo kit che serve a tenere in ordine la motosega. Poi sarebbe bene ci fossero già delle catene di ricambio, così da non comprarle poi quando la catena si sarà consumata. Una tanica, questa è un’altra bella idea, per tenere sia la miscela che l’olio. Una bella borsa che non è di certo una cosa da sottovalutare ma che può essere un accessorio molto utile, soprattutto se abbiamo a che fare con un trasporto piuttosto lungo da fare. Poi nella borsa noi ci possiamo mettere tutto quello che ci serve, così da avere sempre tutto a portata di mano. Ci sono altri, soprattutto i professionisti, che non si trovano con la borsa da trasporto ma preferiscono avere uno di quei marsupi professionali con le tasche così che possano avere tutto a portata di mano quando lavorano.

Suggerimenti sull’uso delle motoseghe

Quello che abbiamo imparato, in questa prima parte dell’articolo, è che la cosa che ci fa più paura delle motoseghe è la sicurezza generale e il fatto che le vibrazioni ci possano fare male in qualche modo. Più delle schegge penso che la paura più grande sia quella di danni permanenti legati al fatto che la motosega vibra e vibra alla grande. Quindi ora andremo a vedere 5 di questi modelli che ci danno la possibilità di essere molto attenti con quelle che sono le norme di sicurezza e che ci sembrano avere il migliore rapporto qualità – prezzo sul web, cosa da tenere in considerazione davvero visto che molti di noi sono affascinati solo dall’idea di poter spendere di meno senza mai pensare di comprare un prodotto scadente che può essere molto pericoloso da usare. Quindi in questo caso comprate un prodotto che funzioni bene e non uno che costi poco, così da non avere problemi di nessun tipo e che sia sicuro davvero.

 

1. Einhell 4501710 Recensione

Informazioni sul produttore

Quando parliamo di questa azienda parliamo di un’azienda tedesca che fa della robustezza dei materiali il suo fiore all’occhiello. Infatti è specializzata in attrezzi da lavoro e anche in questo caso ci troviamo davanti a un modello che può essere considerato davvero fatto molto bene. Parliamo, poi, di un prodotto che costa decisamente molto poco e che quindi non può essere considerato un prodotto per chissà quali lavori ma un prodotto che fa il suo dovere per quello che deve fare, questo certamente.

motosega

Informazioni sul prodotto stesso

Questa è una elettrosega, quindi funziona con il cavo e non è potentissima. Qualcuno si lamenta del fatto che vada bene per i piccoli lavori e che non sia poi manco tanto adatta a quelli che sono i tagli orizzontali. Io penso che sia molto facile dire cose su un modello che non è professionale ma credo che tra i modelli non professionali possa essere considerato una vera e propria macchina da guerra.

Caratteristiche speciali del prodotto

Ha tutte le caratteristiche di sicurezza che ci immaginiamo, ha anche il freno della catena e ha, soprattutto, quel tipo di funzione che ci permette di attutire di molto le vibrazioni che possono essere molto fastidiose, sia a breve che a lungo termine. Visto che il peso è di circa 5 chili la possiamo considerare una elettrosega per piccoli lavori in un giardino altrettanto piccolo, senza pensare di poter lavorare sul lungo termine con un prodotto che è sì anche di acciaio ma che non ha quella robustezza da grandi lavori.

Principali usi del prodotto

Come dicevo prima va benissimo come aiuto per la potatura di un giardino piuttosto piccolo, anche se ha una sua dignità lavorativa e fa i suoi lavori con grande precisione.

Vantaggi:

  • ottimo per i piccoli lavori

Svantaggi:

  • l’impugnatura non è affatto adatta a quelli che sono i tagli in orizzontale

 

2. Parker PCS-6200 Recensione

Informazioni sul produttore

Parker non è una di quelle aziende a cui si pensa quando si tratta di motoseghe ma dobbiamo dire, in questo caso, che questa motosega a benzina è una delle sorprese più grandi tra tutte quelle che abbiamo cercato in questo articolo su una serie di modelli molto diversi. Non abbiamo nulla di meglio da dire perché le recensioni di questi prodotti sono veramente il meglio possibile per questo tipo di hobby e se non abbiamo pretese particolari e se non vogliamo tagliare intere sequoie sarà molto interessante scoprire le caratteristiche di questo apparecchio che è leggero ma al tempo stesso un ottimo e robusto compagno di potature in giardino.

motosega da potatura

Informazioni sul prodotto stesso

Penso che la caratteristica più bella di questa motosega sia la facilità con cui questo apparecchio si accende. Quasi non c’è bisogno di tirare la cordicella che già la motosega è in funzione. E funziona bene, ha un taglio orizzontale e un taglio verticale che è molto preciso e molto veloce.

Principali caratteristiche che differenziano il prodotto da altre simili

Per il tipo di modello di cui stiamo parlando e per il fatto che non costa, affatto, così tanto stiamo parlando di un ottimo modello, cioè di un modello che è molto facile da usare, che funziona con grande energia e con grande precisione e che non ha bisogno di chissà quanta fatica per essere acceso.

Informazioni sulla progettazione del prodotto (modello, colori, stile, ecc.)

Colore arancione per questa motosega molto carina che è davvero semplice ma al tempo stesso entusiasmante per i neofiti di questo hobby che è davvero il top.

Vantaggi:

  • ottimo prodotto, davvero molto facile da usare e da accendere

Svantaggi:

  • non stiamo parlando di un prodotto eccellente, le catene sono un po’ scadenti

 

3. Makita UC3041A Recensione

Informazioni sul produttore

Makita è un’azienda molto conosciuta, un vero e proprio colosso degli utensili per hobby e per lavori manuali che nasce, in Giappone, nel 1915. I primi anni l’azienda si occupa di recuperare e riparare dei motori elettrici, poi negli anni introduce il primo trapano a batteria che rende l’azienda famosa in tutto il mondo. Makita produce sia utensili elettrici, sia utensili che funzionano con il motore a scoppio. Dobbiamo dire che stiamo parlando, davvero, di un’azienda che ha fatto la storia di questo tipo di apparecchi, quindi stiamo ragionando su un prodotto che ha una qualità certamente fuori dal comune.

motosega elettrica

Informazioni sul prodotto stesso

Stiamo parlando di un’elettrosega che fa egregiamente il suo lavoro e senza nessun problema, tanto che le recensioni che abbiamo letto non hanno fatto altro che confermare questa sensazione di apparecchio eccezionale, leggero e al tempo stesso robusto che si percepisce subito, da quando si ha l’oggetto tra le mani. Si possono tagliare tronchi anche piuttosto grandi ma d’altronde Makita è in grado di far cambiare idea anche al più scettico tra tutti gli amanti del giardinaggio, stiamo sempre parlando di un prodotto incredibile.

Informazioni sulla progettazione del prodotto (modello, colori, stile, ecc.)

Questo apparecchio, elettrico, ha un colore azzurro e una leggerezza che rende tutto molto semplice, anche per chi non ha mai preso una sega elettrica tra le mani.

Informazioni su costruzione e qualità

Ribadisco un concetto che ho detto spesso parlando di questo tipo di apparecchio e di un marchio così famoso: se ci troviamo in un campo molto tecnico sia chiaro che abbiamo a che fare con un prodotto buono.

Vantaggi:

  • prodotto eccezionale

Svantaggi:

  • il blocco della barra è in plastica

 

4. Boudech MOTOSEGAPN5200 Recensione

Informazioni sul produttore

Boudech è un’azienda che fa parte del Franchini Group e che non si occupa solo di attrezzi per il giardinaggio ma anche di tapis roulant, quindi di attrezzi che servono per l’allenamento e una serie di oggetti che aiutano negli hobby, nel bricolage e nel fai da te. Va detto che le recensioni, per questo prodotto, sono un po’ altalenanti ma sono sicura di dirvi una verità ammettendo che il prodotto arriva semi smontato e se non si ha già una precedente conoscenza dell’attrezzo sarà molto difficile per un neofita che questo aggeggio possa essere montato per bene. Quindi prima di leggere recensioni negative abbiate bontà nello scegliere anche una persona esperta che vi aiuti nel montare l’attrezzo in una maniera corretta.

motosega potatura

Informazioni sul prodotto stesso

Questo attrezzo funziona con un motore a scoppio, quindi ha bisogno di carburante e olio. E dovrebbe anche avere la pompetta che tira su un po’ di carburante per accendere facilmente questa motosega. Questo è un utensile completamente a norma e ha anche la possibilità di trattenere un po’ di vibrazioni grazie a un 5 per cento di potenza in più rispetto agli altri attrezzi, quindi resta più stabile e permette al braccio e alla mano di non prendere troppe botte.

Informazioni sulla manutenzione / pulizia del prodotto

Questa è una motosega a carburante, quindi è molto importante controllare che ci sia sempre la miscela ma soprattutto che ci sia sempre l’olio per far funzionare bene la catena senza surriscaldarla con l’uso. Questo potrebbe essere molto pericoloso.

Come utilizzare correttamente il prodotto

Basta montare bene il prodotto per essere in grado di farlo funzionare perfettamente. Capisco che per chi non è esperto la cosa possa sembrare piuttosto difficile, quindi fatevi aiutare, trovare un amico o un esperto a cui chiedere i primi rudimenti e un montaggio accurato.

Vantaggi:

  • funziona, correttamente, anche giornate intere

Svantaggi:

  • qualcuno non sa montarlo correttamente perché le istruzioni sono scritte male

 

5. Alpina EA 2000 Q Recensione

Informazioni sul produttore

Alpina è un’azienda italiana, veneta per la precisione, che è uno dei colossi più famosi per quella branca che è del fai da te e degli attrezzi da giardino. Nata nel 1960 ha fatto della sicurezza dei suoi prodotti e della solidità degli stessi il suo core business e anche in questo caso noi non riusciamo a non essere d’accordo con l’eccellente qualità di questa motosega elettrica, molto facile da usare e al tempo stesso molto potente e leggera.

motosega a batteria

Informazioni sul prodotto stesso

E’ una motosega molto pratica, che pesa meno di 5 chili e quindi è molto comoda da utilizzare. Stiamo parlando anche di un modello che è in grado di regolare la pompa dell’olio in maniera automatica, quindi non c’è bisogno di preoccuparsi della catena e di come la catena stia lavorando, se surriscaldata o meno. Perché è la stessa motosega che se ne occupa.

Caratteristiche speciali del prodotto

Il manuale, che è scritto anche in lingua italiana essendo Alpina uno storico marchio italiano, è molto semplice da usare e quindi è molto facile assemblare i vari pezzi della motosega senza avere chissà quanti problemi.

Informazioni sulla progettazione del prodotto (modello, colori, stile, ecc.)

Il modello è molto carino e molto maneggevole, colorato quanto basta e anche solido, anche se con delle parti in plastica forse un po’ troppo leggere. Ma la leggerezza del peso da qualche parte deve avere una qualche falla. Le prestazioni, poi, sono molto utili nel tempo, nel senso che durano un bel po’ e mantengono un buon taglio.

Vantaggi:

  • prodotto ottimo per dei lavori piccoli di fai da te

Svantaggi:

  • plastica un po’ troppo leggera

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here