flessibile

Cosa sono le smerigliatrici?

La smerigliatrice angolare, nota anche come flessibile o semplicemente flex, è un attrezzo elettrico manuale utilizzato per la lucidatura, il taglio e la levigatura. Possono essere alimentate da aria compressa, a corrente elettrica, a batterie o da un motore a benzina. Generalmente vengono utilizzate per tagliare un oggetto di lavoro o per rimuovere il materiale in eccesso.

Ci sono teorie contrastanti su chi abbia effettivamente inventato la smerigliatrice angolare. Secondo alcuni, sarebbe stata inventata nel 1954 da un’azienda tedesca di nome Ackermann + Schmitt.

Secondo un’altra tesi, la smerigliatrice angolare sarebbe stata inventata da Thomas Joseph nel 1973. Come vedete, le informazioni sull’origine di questo strumento sono molto incerte. L’unica cosa che sappiamo per certo è che qualcuno, da qualche parte nel mondo, le ha inventate, e forse è tutto ciò che conta.

Non esiste un utensile più flessibile e resistente di una smerigliatrice angolare. Sono rumorose e pericolose, ma indispensabili per alcune attività che non possono essere svolte in altro modo.

Tra i diversi tipi di smerigliatrici motorizzate disponibili, la smerigliatrice angolare è probabilmente la più diffusa e utilizzata. Le smerigliatrici angolari dotate dell’apposito disco possono essere utilizzate per smerigliare e tagliare metallo o pietra.

Per il taglio o la levigatura dei metalli, i dischi sono generalmente realizzati in materiale abrasivo resistente. Per il taglio della pietra e della muratura, i dischi possono essere dischi da taglio abrasivi o dischi da taglio diamantati. Anche se molto più costosi, i dischi diamantati sono superiori ai normali dischi abrasivi, poiché rendono il taglio molto più pulito e veloce, e i dischi durano molto più a lungo dei dischi abrasivi. Infine, un disco diamantato è molto più vantaggioso. Un disco diamantato non dovrebbe mai essere usato per tagliare il metallo, in quanto lo distruggerebbe rapidamente.

Come funzionano le smerigliatrici?

Le smerigliatrici angolari lavorano facendo girare un piccolo disco ad alta velocità (da 8.000 a 11.000 giri al minuto) per tagliare, sgrossare o lucidare.

Chi abita in un appartamento potrebbe non essere molto interessato ad una smerigliatrice angolare. Ma se avete una piccola officina e svolgete lavoretti di saldatura o piccole opere di costruzione in casa vostra, una smerigliatrice angolare dovrebbe far parte del vostro arsenale. Ecco i compiti più comuni che una smerigliatrice angolare può svolgere.

  • Taglio e smerigliatura dei metalli: il disco metallico usa l’ossido di alluminio come abrasivo per tagliare barre, bulloni arrugginiti e recinzioni di ferro. Un disco in metallo è necessario per pulire le saldature.
  • Pulitura dei metalli: i dischi e le spazzole metalliche sono estremamente efficaci per rimuovere la ruggine e la vernice dal metallo. Sono disponibili in varie forme diverse per pulire o sverniciare il metallo. Sono inoltre ideali per ripulire gli attrezzi da giardino dallo sporco e dal cemento secco.
  • Taglio di piastrelle, pietre e calcestruzzo: una smerigliatrice angolare dotata di un disco diamantato può tagliare con facilità ceramica e opere in muratura. Sono ideali per la rifilatura di piastrelle o per lavorare in spazi ristretti, nonché per il taglio di raccordi o impianti idraulici.
  • Recupero dei bordi del metallo: pale, zappe e lame per rasaerba possono essere affilate con una smerigliatrice angolare. Non c’è bisogno di affilare questi utensili come se fossero lame di coltello, è sufficiente che i bordi vengano riportati alla loro forma originale.
  • Lucidatura dell’alluminio: un disco per la lucidatura riporterà l’alluminio alla sua brillantezza originale. Se l’alluminio è seriamente danneggiato, è possibile iniziare con un disco abrasivo a grana grossa, quindi passare al disco per lucidature.

Quali sono i componenti delle smerigliatrici?

I componenti principali di una smerigliatrice angolare sono l’impugnatura, un albero e il disco di rotazione. Chiaramente, altre componenti sono necessarie per garantire un funzionamento fluido e sicuro. Il motore elettrico è rivestito da una calotta di protezione, con un interruttore di comando e dei fori per la ventilazione. Alla base del motore troviamo l’impugnatura, e dall’altro lato l’albero che sostiene il disco di rotazione. Per evitare lesioni e garantire un utilizzo sicuro e fluido, troviamo un carter di protezione, l’alloggio con cuscinetto e mandrino e infine il disco di rotazione. Sono numerosi i dischi che possono essere utilizzati con una smerigliatrice angolare. Per esempio, ecco alcuni tipi di dischi per questi utensili:

  • Dischi da taglio
  • Dischi abrasivi per smerigliare
  • Dischi di levigatura
  • Pietre di macinazione
  • Tamponi per lucidatura
  • Ruote a spazzola metallica

Il costo dei dischi dipende dal loro diametro: più sono grandi, più sono costosi. Tuttavia, l’acquisto di un disco costa solitamente pochi euro, o al massimo qualche decina per i modelli diamantati, specie se grandi.

Ecco una lista degli altri componenti da non trascurare:

  • Impugnatura laterale: di solito l’impugnatura è fissata da una vite e può essere montata su entrambi i lati della smerigliatrice, per adattarsi sia a operatori destrorsi che a mancini;
  • Impugnatura antivibrazioni: questo renderà meno faticoso l’uso della smerigliatrice;
  • Blocco dell’asse: consente di bloccare il mandrino quando bisogna sostituire il disco;
  • Dispositivo vigilante: l’operatore deve tenere l’interruttore in posizione ON, e nel caso in cui l’operatore lasciasse andare la smerigliatrice, questa si spegnerebbe riducendo così le possibili lesioni.

Dimensioni e design delle smerigliatrici

Le smerigliatrici angolari sono disponibili in versione con cavo, senza cavo o ad aria compressa, e sono classificate in base alla dimensione del disco e all’amperaggio. La dimensione del disco può variare dai 4 ai 9 pollici, ma per la maggior parte degli amanti del fai da te la gamma da 4-4,5 pollici sarà sufficiente. Con questo formato, sarete in grado di eseguire la maggior parte delle attività generali e avrete una vasta gamma di dischi e ruote tra cui scegliere.

Le dimensioni più diffuse sono:

  • 4½ pollici – 115mm
  • 5 pollici – 125 mm
  • 6 pollici – 150 mm
  • 7 pollici – 180mm
  • 9 pollici – 230mm

Le smerigliatrici angolari più piccole lavorano a velocità più elevate. La smerigliatrice da 4½ pollici lavora in genere a 10000 giri al minuto, mentre una smerigliatrice più grande da 9 pollici ruota a soli 6500 giri al minuto. A causa della maggiore velocità, i dischi più piccoli tendono ad usurarsi più velocemente di quelli più grandi, ma sono più economici e quindi non ci sono grossi vantaggi nell’avere una smerigliatrice più grande.

Le smerigliatrici angolari possono funzionare a 110 o 230 volt. I modelli a 110 volt hanno bisogno di un alternatore per garantire una maggiore sicurezza sul posto di lavoro. Sono disponibili anche smerigliatrici angolari ad aria compressa e smerigliatrice a batteria o flessibile a batteria.

In genere, la potenza varia da 500 watt a oltre 2500 watt. Più è alto il wattaggio, più potente sarà la smerigliatrice. Più grande è la smerigliatrice, più elevata sarà la potenza. Una smerigliatrice angolare della gamma 5-9 ampere è abbastanza potente da soddisfare le vostre esigenze, e a meno che la mobilità non sia una delle vostre preoccupazioni principali, scegliete un modello con cavo per ottenere il miglior rapporto qualità/prezzo.

Come scegliere la migliore smerigliatrice?

Le smerigliatrici angolari possono eseguire le più svariate operazioni di levigatura e taglio in tutta la casa. È inoltre possibile utilizzare accessori che rendono l’utensile ancora più versatile.

Prima di iniziare a guardare tutte le opzioni smerigliatrice che sono disponibili, è necessario valutare i possibili utilizzi. Se siete alla ricerca di una smerigliatrice da utilizzare sporadicamente e per brevi periodi in piccoli lavori, probabilmente basta un modello a basso amperaggio. Se invece prevedete un uso frequente e prolungato nel tempo, cercate un modello più potente.

Lavori più grandi richiedono più potenza. Desiderate eliminare ruggine e vecchie vernici o affilare le lame dei rasaerba? Una smerigliatrice da 4 a 6 ampere è più che adeguata al compito. Per smerigliare e tagliare occasionalmente il metallo, una smerigliatrice da 7 a 9 ampere è la soluzione migliore. Per lavori pesanti, scegliete smerigliatrici più grandi e potenti.

Anche la versatilità è importante e il segreto risiede nei dischi di taglio. Gli accessori vanno valutati in base alla velocità indicata sull’etichetta dell’utensile. Se la rotazione dei dischi supera la velocità nominale, questi possono staccarsi e provocare lesioni. Il valore nominale degli accessori deve essere sempre superiore alla velocità dell’utensile. Le spazzole metalliche sono progettate per la rimozione rapida di ruggine, vernice e sporco dalle superfici. Per la smerigliatura di saldature, fibre di vetro e metallo, sono disponibili dischi di varie qualità. In generale, esistono dischi da taglio per molteplici applicazioni.

Da prendere in considerazione anche le smerigliatrici prezzi, ma sul web, si sa, le offerte che è possibile trovare sono davvero molte. Anche perché non bisogna andare alla ricerca della migliore smerigliatrice, ma di quella più adatta ai vostri lavori.

Suggerimenti sull’uso delle smerigliatrici

Le smerigliatrici sono utensili elettrici molto utili, ma devono essere maneggiate con attenzione in quanto i dischi abrasivi che girano sono potenzialmente molto pericolosi.

Ricordate: la sicurezza prima di tutto!

Quando si utilizza un qualsiasi tipo di smerigliatrice, può essere necessario utilizzare una maschera facciale, protezioni per le orecchie, guanti e protezione per gli occhi, a seconda del tipo di smerigliatrice e del materiale da lavorare.

È necessario prestare attenzione quando si taglia o si leviga il metallo, poiché la smerigliatrice produce una grande quantità di scintille. Le scintille non solo possono essere dolorose per la pelle, ma possono anche presentare un rischio di incendio in caso di caduta su oggetti infiammabili.

Quando si taglia o si frantuma la muratura si produce molta polvere. Anche quando si lavora all’aperto, ci si può ben presto ritrovare a lavorare in una fitta nube di polvere. Questo problema può essere ridotto nelle giornate ventose, ma la polvere verrà comunque trasportata nelle zone circostanti. Per questo motivo, utilizzate sempre una maschera facciale e indossate vestiti vecchi.

Per finire, alcuni suggerimenti sull’avvio e sullo spegnimento delle smerigliatrici angolari dopo l’uso. Il consiglio è di partire con un avviamento graduale quando si usano smerigliatrici angolari più grandi, per ridurre il contraccolpo quando la smerigliatrice viene accesa per la prima volta. Per quanto riguarda lo spegnimento, ricordate sempre che le smerigliatrici manuali non vanno mai riposte finché il disco non si è fermato del tutto.

 

1. Bosch GWS 7-125 Professional Recensione

Piccola e potente: 2 aggettivi che si adattano bene alla smerigliatrice angolare Bosch GWS 7-125, un condensato di potenza con un peso molto basso che faciliterà il suo utilizzo durante gli impieghi più intensivi, e risulta più efficiente di una smerigliatrice di prezzo inferiore di altre marche ma con un maggior numero di watt.

flessibile

Bosch è una società che opera principalmente nella produzione e commercializzazione di prodotti automobilistici. Ma non solo. L’azienda si occupa anche della produzione di attrezzature e componenti per vari settori, quali la tecnologia industriale, i beni di consumo, l’energia e la tecnologia edilizia.

La smerigliatrice angolare professionale Bosch GWS 7-125 Professional ha una potenza di 720 W e un peso inferiore a due chilogrammi (1,9 kg). Il diametro del disco è di 125 mm, il che non sarà un problema quando si acquistano dischi, a differenza di una macchina a dischi da 115 mm. Nonostante il prezzo molto vantaggioso, questa piccola macchina a disco da 125 mm ci offre una versione condensata di potenza e qualità. La potenza in ingresso della smerigliatrice angolare professionale Bosch GWS 7-125 Professional è di 720 watt con una potenza in uscita di 300 watt. La sua velocità di rotazione è di 11.000 giri/min.

Una potenza impressionante, considerando le sue piccole dimensioni. Un motore potentissimo ed estremamente performante gli conferisce una lunga durata. La qualità delle finiture inoltre è robusta e solida, e la sua forma slanciata la rende comoda da tenere in mano ed è quindi molto comoda da usare. Inoltre, il motore è particolarmente compatto. In questo modo sarà più facile tagliare o smerigliare in aree ristrette. Non sempre si ha a disposizione molto spazio, e questa smerigliatrice faciliterà enormemente il compito, facendovi risparmiare non solo spazio ma anche tempo.

Vantaggi:

  • Potenza e versatilità;
  • Robusta e di ottima fattura.

Svantaggi:

  • Velocità non regolabile;
  • Pochi accessori inclusi.

 

2. Makita GA5030RSP1 Recensione

MAKITA è un’azienda multinazionale fondata oltre un secolo fa, più precisamente nel 1915, da Masaburo Makita. Nasce come officina per riparazione di motori e trasformatori. Nel corso dei decenni, la prima officina MAKITA si ingrandì al punto di espandersi nel campo della produzione di utensili ad alimentazione elettrica. Nacquero così numerosi stabilimenti, alcuni dei quali anche all’estero. La Makita fondò il primo stabilimento in Italia nel 1974, e da lì iniziò ad espandersi nel mercato italiano ed europeo. Ad oggi, sono oltre 500 gli ingegneri che lavorano alla produzione di oltre 300 utensili tecnologici per professionisti.

smerigliatrice angolare

Questa smerigliatrice angolare Makita compatta eroga una potenza di 720 Watt ed è progettata per l’uso di dischi da 125 mm. I dischi da 125mm, risultano molto più versatili rispetto ai tradizionali da 115mm, e ciò può fare la differenza in determinate circostanze. Tuttavia, questo strumento è adatto anche a dischi da 115 mm. Richiede alimentazione elettrica, è dotata di un cavo lungo 2,60 metri, e inoltre viene recapitata in una pratica valigetta in cui riporre anche altri accessori.

È molto semplice e pratica da usare, ma con alcuni accorgimenti. Fate attenzione a non posizionare il disco quando la spina è collegata alla presa elettrica, in quanto potreste accidentalmente premere il pulsante d’accensione e correre dei rischi. Per alcune particolari lavorazioni, consigliamo sempre di indossare delle protezioni per il viso o per tutto il corpo.

Analizziamo pro e contro.

Vantaggi:

  • Buonissima fattura, abbastanza leggera e decisamente poco rumorosa;
  • Il rapporto qualità/prezzo è ottimo;
  • Ottima maneggevolezza e praticità d’uso;
  • L’impugnatura è ergonomica e molto comoda;
  • Dispone di un sistema antipolvere con cuscinetti a sfera.

Svantaggi:

  • La Potenza non è delle più elevate;
  • Non dispone di soft-start, e quindi la sensazione di rinculo potrebbe cogliere impreparati i meno esperti;
  • È meno facile reperire I dischi da 125 mm rispetto a quelli più tradizionali da 115 mm;
  • L’impugnatura è in plastica rigida;
  • Il carter di protezione è fissato tramite una vite che sporge leggermente.

 

3. Makita GA4530R Recensione

La Makita GA4530R è una smerigliatrice angolare con dischi da 115 mm e una potenza di 720 Watt. Pratica e facile da usare, dispone di un’impugnatura a 20 gradi, per facilitare la manovrabilità di questo utensile elettrico.

smerigliatrice a batteria

Esaminando le specifiche tecniche della smerigliatrice angolare Makita GA4530, potrebbe essere difficile distinguerla da una smerigliatrice comune senza marca. Tuttavia, come per tutti gli utensili da officina, la qualità si rivela solo quando si inizia ad usarli. La smerigliatrice comune senza marca è solitamente ingombrante, pesante e vibra così tanto che è difficile da usare. La smerigliatrice Makita vibra molto meno, il che significa che i tagli molto fini possono essere eseguiti nella massima sicurezza. Il corpo è più sottile, quindi è comodo da tenere e controllare, e il cavo in gomma morbida rimane flessibile a qualsiasi temperatura (aiutando ancora una volta con il controllo). Il blocco del mandrino si attiva correttamente e senza problemi, garantendo che la sostituzione dei dischi rotanti non diventi una roulette russa, rischiando lesioni anche gravi. Quali sono invece gli aspetti negativi? L’interruttore on-off è un po’ complicato all’inizio, ma con il tempo ci si abitua.

Come per ogni smerigliatrice angolare, è bene evitare i pericoli derivanti da schegge e frammenti di metallo che potrebbero colpire il volto, le mani o il collo. Assicuratevi pertanto di coprire il volto e altre parti del corpo per evitare al minimo il rischio di lesioni. Sempre riguardo la sicurezza, questo prodotto è dotato di anti-restart, un sistema che evita al minimo le accensioni involontarie. Nonostante ciò, fate sempre attenzione al tasto on/off, ed evitate di riporre la smerigliatrice senza prima averla scollegata dalla rete elettrica.

Per quanto riguarda il rapporto qualità/prezzo, dobbiamo dire che non è difficile trovare altri prodotti simili allo stesso prezzo, ma la qualità dei modelli di altre marche non risultano essere così ben realizzati.

Vantaggi:

  • Controlli comodi;
  • Funzione anti-restart;
  • Rapporto qualità/prezzo.

Svantaggi:

  • Interruttore di accensione e spegnimento difficile da controllare.

 

4. Bosch GWS 7-115 E Professional Recensione

La smerigliatrice angolare Bosch GWS 7-115 E Professional è un ottimo utensile elettrico professionale. Oltre alla smerigliatrice, sono inclusi un’impugnatura supplementare, una protezione anteriore e flangia posteriore, bloccaggio e chiave a doppia foratura.

flessibile a batteria

Dispone di un potente motore Champion da 720 watt e un peso di soli 1,9 kg. Queste caratteristiche ne fanno uno strumento molto adatto ad un utilizzo prolungato e continuo. Ottima anche la velocità di rotazione a vuoto: da 2800 a 11000 giri al minuto. La circonferenza dell’impugnatura più piccola (176 mm) rispetto ad altre smerigliatrici angolari della sua classe di potenza, per un lavoro particolarmente confortevole. Prese d’aria appositamente sviluppate garantiscono un raffreddamento ottimale del motore per una maggiore durata nel tempo. Anche questa smerigliatrice, come tutte le altre smerigliatrici Bosch, è dotata di un sistema di bloccaggio del mandrino, e inoltre dispone di una protezione anti rotazione, per un elevato livello di protezione dell’utente. L’interruttore di sicurezza Bosch assicura un’accensione controllata della macchina, per una maggiore protezione dell’utente.

Questa smerigliatrice è adatta praticamente ad ogni tipo di materiale. Ciò è possibile grazie alla possibilità di modificare la velocità di rotazione, scegliendo quella più adatta al materiale con cui lavorare, mediante un pulsante selettore. I materiali in questione sono: calcestruzzo, pietra, ferro, metalli vari, legno e materiali plastici.

Nonostante i vari dispositivi di sicurezza, è bene fare un po’ d’attenzione nell’uso di una smerigliatrice angolare. In primo luogo, verificare l’integrità dei componenti, e ricordarsi di non sostituire il disco quando la smerigliatrice è collegata alla rete elettrica. Per quanto riguarda la manutenzione, è importante rimuovere eventuali residui derivanti dalla frammentazione dei materiali, e controllare che il cavo di alimentazione sia sempre isolato, per evitare danni.

Analizziamo ora pro e contro.

Vantaggi:

  • Grande versatilità e maneggevolezza;
  • Velocità regolabile;
  • Numerosi accessori inclusi.

Svantaggi:

  • Surriscalda quando lavora a bassi giri;
  • È possibile montare esclusivamente dischi da 115 mm;
  • Start non assistito.

 

5. Makita GA4530 Recensione

La smerigliatrice angolare Makita GA4530 è un ottimo e versatile utensile elettrico da lavoro. Facile da maneggiare e tenere in mano, è molto potente e di ottima fattura. La grandezza dei dischi è di 115 mm. Ciò potrebbe limitare le possibilità di utilizzo in alcuni casi, ma rappresenta un vantaggio in molti altri.

smerigliatrici angolari

Il corpo motore è molto compatto: ha una circonferenza di 180 mm. Inoltre, è progettato per resistere bene al calore e non surriscaldarsi quando viene utilizzato ripetutamente e a lungo. Con una potenza di 720 W e una velocità massima di rotazione del disco di 11000 giri al minuto, non ha difficoltà a garantire le alte prestazioni che in genere è possibile ottenere solo con prodotti di potenza e prezzo superiore. Come per molti altri prodotti Makita, è proprio il prezzo uno dei punti di maggiore forza, senza che ciò vada a discapito della qualità, sempre molto buona. A proposito di qualità, questa smerigliatrice dispone di alcune caratteristiche tecniche particolarmente interessanti, come la protezione antipolvere e la vernice smaltata a protezione dei componenti elettrici. Altro aspetto da considerare è la versatilità. Come già detto, le dimensioni compatte del corpo motore e del disco la rendono ottimale per lavorare in spazi ristretti o su materiali di ridotte dimensioni e di molteplici varietà.

Analizziamo ora i vantaggi e gli svantaggi.

Vantaggi:

  • Ottimo rapporto qualità prezzo;
  • È certamente abbastanza potente per tagliare e lavorare ogni tipo di metallo, a condizione che abbiate a disposizione i dischi più adatti al tipo di metallo;
  • L’interruttore on/off di alimentazione viene attivato e mantiene la posizione automaticamente.

Svantaggi:

  • L’avvio è un po’ più duro rispetto ai suoi omologhi;
  • La vibrazione non è eccessiva ma è comunque intensa;
  • Ha in dotazione solo un disco abrasivo di base;
  • Non ha un dispositivo “vigilante” come molte altre smerigliatrici dello stesso tipo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here